ARGOMENTI
> Dettagliate
> argomentazioni
> [ pdf-File ]
>  
Gli animali sono nostre concreature. Hanno diritto ad una custodia rispettosa della specie e alla protezione. Ma cosa serve una legge progressista, se i maltrattamenti vengono trattati quali reati non infamanti ?
A partire dall’anno 2003 gli animali non sono (più) cose. Nei proce- dimenti penali sono però sempre ancora trattati come tali, poiché in reati per maltrattamento animali solo l’autore ha dei diritti. Solo lui può farsi rappresentare da un avvocato, solo lui ha diritto alla visione degli atti, può richiedere le prove e impugnare la sentenza. La protezione animali e naturalmente gli animali coinvolti non hanno alcuno di questi diritti. Questo non è leale.
Un giudizio giuridico di reati contro la protezione animali non ha quasi mai luogo. Nell’anno 2008 più del 90% di tutte le indagini penali furono effettuati in procedimenti rapidi senza dibattimento e contrattati mediante una pena pecuniaria con la condizionale o una multa di poche centinaia di franchi. Simili pene non hanno nessun effetto dissuasivo.
Oggi solo nel canton Zurigo un avvocato di protezione animali prov- vede a che i procedimenti penali non vengano insabbiati e che i mal. trattamenti animali non siano puniti con multe ridicole. La competenza dell’avvocato degli animali zurighese è apprezzata dalle autorità di inchieste penali come anche dall’Uffi cio di veterinaria. I costi annuali ammontano solo a ca 80 000 franchi, una bagatella se si pensa che il cantone per l’azione penale spende annualmente in tutto più di 100 milioni di franchi.